il Barman

gli inizi

Bruno Vanzan inizia la sua carriera all'età di 18 anni. Il sogno è quello di diventare uno dei Barman più forti del mondo. Comincia a lavorare nella periferia di Roma, città natale, in un bar caffetteria che lo mette a dura prova "Per i primi 8 mesi pulivo e basta, il mio primo drink l'ho fatto dopo un anno". Sotto consiglio del padre decide di frequentare corsi di formazione dove pensa di essere bravo ma non è cosi "ero il peggiore della classe".
La caparbietà e la tenacia lo spingono a studiare di più, ad allenarsi nel Flair, a rinunciare agli amici e alle serate mondane. Bruno inizia a viaggiare, cambia cocktail bar molto spesso per apprendere e accrescere il proprio Know How sui cocktail ma l'irrefrenabile passione per il flair lo porta a gareggiare fin da giovane.

competition

Bruno gareggia la sua prima competizione nel 2006, nel 2008 si laurea Campione del Mondo Bacardi e Martini. Nel 2010 viene inserito nei TOP10 bartender al mondo. Viaggia tra Africa e America toccando tutti i paesi dell'Europa fino ad arrivare in Asia. Nel 2015 diventa vice campione del mondo WFA la più grande associazione di flair bartender del globo. Nel 2016, in Giappone al campionato del mondo IBA vince il premio come miglior cocktail che lo consacra come uno dei barman più importanti del pianeta. Più di 150 gare e 78 vittorie internazionali, con ben 112 trofei vinti.

"Ho fatto dei cocktail la mia vita"

la Persona

bruno

Piccolo, altezzoso, con segni di battaglie che porta con orgoglio.
Parliamo del trentenne Bruno Vanzan, romano di nascita, milanese d'adozione, campione del mondo di Flair.

In principio fu l'Accademia di aeronautica militare voluta dal padre, ma denigrata dal giovanissimo Bruno; poi l'espresso e i cappuccini da servire nei baretti di Trastevere, mentre una passione affiora giorno dopo giorno. A 17 anni un obiettivo dichiarato, nel 2005 i primi corsi, quattro anni dopo la prima gara, a Roma.

È disordinato, perennemente in ritardo, ha un dente rotto da un tin, una decina di fratture alle dita delle mani che prima o poi si farà curare.

C'è chi nel 2008, in suolo sabaudo, lo ha visto laurearsi campione del mondo, e poi scegliere di partire un anno per l'Africa. Lavora anche quindici ore al giorno, e prima di ripartire viene derubato di tutto (60.000 euro, ndr), da chi non conosce legge né si fa scrupoli, perché la giustizia è un lusso. Torna in Italia ma la vita gli regala un'altra chance, e nel 2010 vola a Las Vegas - dove non basta essere bravi, bisogna essere i migliori.

Un provino, una sorta di audizione e per uno come Bruno, che l'inglese lo aveva imparato in Africa ascoltando le canzoni, fidatevi che non è cosa da poco. Tutto fila liscio, rientra momentaneamente in Italia per gareggiare. Da Roma spedisce quanto è necessario per il rinnovo della visa al compagno di sempre, allo stesso ai quali aveva lasciato pezzi di vita vissuta.

Ancora una volta, però, la vita lo metterà a dura prova: una truffa, non la prima ma si spera l'ultima, dei soldi che svaniscononel nulla, un amico che non merita questo appellativo e la scelta definitiva di restare in Italia.

Dal 2010 è Trainer della più importante scuola per Barman, Planetone. Ma la vita alle volte decide di restituirti, anche se in piccola parte, quello che ti ha tolto; così nel 2011 la consacrazione arriva con l'inserimento del nostro Bruno Vanzan nella Wfa Black List. Il nero non porta bene di solito, ma questa volta è puro trionfo per chi di diritto e per vittorie conquistate sul campo viene inserito nei migliori 10 del mondo.

Nel 2012 diventa fedele compagno di Benedetta Parodi nel programma culinario "I Menù di Benedetta", 190 puntate che consacrano Bruno come il primo Barman della televisione italiana.

Nel 2014 TopDj, un format in onda per due anni su Sky1 dove Bruno è protagonista del momento bar con i giudici del programma televisivo.

Nel 2015 diventa il volto delle copertine di BarGiornale e Mixer, le due riviste italiane più seguite nel settore del beverage.

L'epilogo: 37 vittorie internazionali, più di 150 gare disputate in 40 Paesi del mondo.

il Personaggio TV

cocktail house

I COCKTAIL PIÙ COOL DEL MOMENTO A PORTATA DI CASA SU SKY UNO HD
AD AFFIANCARLO NELLE PRIME 5 PUNTATE DEDICATE AI DRINK ANALCOLICI IL TOP CHEF ALESSANDRO BORGHESE

Dal 22 al 26 agosto 2016 con chef Alessandro Borghese è andato in onda alle 20.00
Dal 29 agosto 2016 - dal lunedì al venerdì - è andato in onda in seconda serata

Una vera e propria celebrità del settore, seguita da migliaia di followers che con il suo innato entusiasmo - da lunedì 22 agosto 2016 - svela i segreti fondamentali per creare un cocktail perfetto tra le mura domestiche.

Mixando strumenti professionali e casalinghi, propone 40 ricette di altrettanti cocktail, da realizzare in pochi minuti e degni dei locali più trendy del momento. Inoltre, in ogni puntata, Vanzan introdurrà anche all'arte del flair bartending l'insieme delle tecniche acrobatiche nella preparazione di cocktail.

Ideato e prodotto da Level33 e AB Normal - vede il coinvolgimento di: Martini&Rossi, Volare e Antica Sambuca Classic, Re'al, Febal Casa e Beko Elettrodomestici.